In che modo si manifesta l’ansia
Vi sono diversi modi in cui l’ansia può colpire in modo anche grave i nostri organi modificando il nostro stato di benessere generale e di salute.
Vediamo in che modo:
Sistema nervoso centrale
Sistema cardiovascolare
Sistemi escretori e digestivi
Sistema immunitario
Sistema respiratorio

L’eccesso di cibo rispetto al fabbisogno del nostro metabolismo porta prima al sovrappeso e poi all’obesità. Ma sembra essere vero anche il contrario, ovverosia che l’obesità può portare a consumare cibo in eccesso, dando origine a un circolo vizioso difficile da spezzare e anche da comprendere dal punto di vista fisiologico.

I disturbi alimentari in genere iniziano durante l’adolescenza e, sebbene più frequenti nelle donne, possono influenzare entrambi i sessi. Comprendere i disturbi alimentari più comuni è il primo passo per aiutare coloro che ne sono affetti.

Chi soffre di Bulimia non mangia ne per stimolo delle fame e neanche per raggiungere la sazietà, si tende infatti a mangiare in maniera compulsiva, in molti casi di notte, e si arriva a non poter esercitare nessun controllo su se stessi, ne su cosa e su quanto mangia. I casi di Bulimia si riscontrano in persone spesso molto giovani, in presenza di rapporti familiari difficili e quando si è molto concentrati sulla forma fisica e sul peso corporeo.

l’ipnosi può essere facilmente praticata nei confronti di tutti, ma soprattutto nei confronti di chi ha una forte capacità di astrazione e concettualizza con facilità i propri aspetti più interiori.

L’intestino è un organo spesso sottovalutato, anche se è dimostrata la sua importanza oltre che per funzioni legate al nostro benessere fisico, anche per quelle legate alla nostra psiche.

L’ansia è uno stato di agitazione molto forte, meglio definita iper-attivazione in cui, a seguito di una situazione percepita come pericolose, si attivano tutte le risorse fisiche e mentali di un soggetto, fino ad un punto tale per cui ne viene compromessa l’efficienza funzionale.

Può essere difficile ammettere che non puoi raggiungere l’orgasmo anche se è spesso il primo passo per cambiare le cose. L’orgasmo femminile non è più avvolto nel mistero, e grazie a Samantha Jones e alle scene di sesso esplicite nei film tradizionali, l’abbiamo conosciuto e sdoganato come fatto culturale – tanto che la vita senza (orgasmo) può essere frustrante e deprimente.

Il cosiddetto DOC, Disturbo Ossessivo e Compulsivo, può essere presente in modalità severa nei casi limite che vengono trattati quasi esclusivamente attraverso la farmacoterapia, fino ad arrivare a forme lievi del disturbo, che affliggono moltissime persone (

Il nostro corpo e la nostra mente vivono in profonda relazione, non sono infatti due parti distinte e separate ma bensì sono in costante e reciproco collegamento: è oggi consolidato il comune pensiero che sentimenti ed emozioni, disagi e paure, possono avere ripercussioni sul benessere fisico.